Un naufrago 2.0 sbarca su un’isola fatta a blocchi: arriva il romanzo di Minecraft

Anche nell’era digitale ci si può immaginare un moderno Robinson Crusoe alle prese con la quotidiana lotta alla sopravvivenza su un’isola deserta. E l’isola non sarebbe fatta di sabbia e alberi, ma di tanti blocchetti colorati da assemblare per creare strumenti e costruire rifugi. Poco – ma abbastanza per incuriosire – si sa del primo romanzo ufficiale ambientato nel mondo di Minecraft, il videogioco utilizzato da più di cento milioni di utenti nel mondo.  Continue reading

Alla Feltrinelli il libro si sceglie «al buio». Con tre aggettivi

Dalla galleria Umberto Sordi di Roma a piazza Gae Aulenti a Milano, alla Feltrinelli c’è un piccolo angolo di mistero. Accatastati su un piccolo totem ci sono semplici pacchi rilegati con lo spago. Il prezzo è lo stesso ma il contenuto no. «Accetti il rischio?» c’è scritto sul cartello. Per andare sul sicuro basta guardarsi intorno e trovare l’ultimo best seller o il grande classico. O se no ci si affida alla curiosità Continue reading

Minneapolis, per il book sharing c’è anche un festival

Dal “book sharing” al “library building” il passo è breve. Prima di condividere i libri, bisogna attirare l’attenzione dei potenziali lettori con scaffali colorati e allegri, originali e artistici. A Minneapolis, nello stato del Minnesota, il 21 maggio sarà dedicato proprio a questo. Con il “Little Free Library Festival“, organizzato dall’associazione “Little Free Library” che da anni costruisce piccole librerie di condivisione in tutto il mondo. Dalle dieci del mattino alle 4 del pomeriggio cento volontari saranno a disposizione del pubblico per progettare, montare, decorare gli spazi destinati ai volumi da scambiare. Continue reading

Da poesie scritte per pagare un caffè al “Poetry Bridge” sui Navigli

I ponti pieni di lucchetti sono fuori moda. Meglio percorrerne uno ricolmo di poesie. E non si parla di componimenti illustri o capolavori storici. Sarebbe scontato. No, i piccoli puzzle che compongono l’esposizione “Poetry Bridge” sono stati scritti da persone comuni, che hanno bevuto un caffè in cambio di un piccolo sforzo intellettuale con cui hanno messo qualche verso in rima. Continue reading

In partenza da Civitavecchia una Nave di Libri

La parola chiave della settimana edizione della Giornata Mondiale del Libro – si festeggia il 23 aprile – è “migrazione”. E la stessa letteratura, oltre che raccontare avventure di viaggio nelle sue pagine, ne sarà protagonista. Dal 20 al 24 aprile, partenza dal porto di Civitavecchia e arrivo a Barcellona. La “Nave di Libri” arriva nel capoluogo catalano giusto in tempo per celebrare la festa di San Jordi, con una rosa da regalare e un romanzo da leggere.

Continue reading

Da Cecina a Volterra e ritorno: il treno letterario nel cuore della Toscana

Amo la periferia più della città. Amo tutte le cose che stanno ai margini
(Alla periferia – Carlo Cassola)

Dalle pinete e dal mare di Cecina all’atmosfera etrusca di Volterra. La partenza e l’arrivo di sei percorsi ferroviari nel cuore della Toscana. Il rumore del treno che viaggia sulle piccole rotaie – vie di comunicazione secondarie – fa da sfondo alla storia e alla letteratura. Il viaggio si accompagna con il racconto. È l’idea dell’associazione Toscana Libri che, con l’aiuto di Regione e Comuni, ha realizzato il “Treno Letterario”. Continue reading

Italian Book Challenge: le librerie indipendenti scendono in campo

Ha avuto talmente tanto successo che la partenza è slittata di due settimane. Gli atleti letterari che hanno deciso di partecipare all’Italian Book Challenge dovevano partire il 12 febbraio, ma le richieste di adesione stanno continuando ad aumentare e gli organizzatori hanno deciso di tenere a freno l’entusiasmo per dare modo a tutti gli interessati di raggiungere la linea dello start in tempo.  Continue reading

Hay-on-Wye, la Booktown al confine tra Galles e Inghilterra

Il libraio Richard Booth negli anni ’60 si è auto-incoronato Re di Booktown, che ufficialmente viene chiamata Hay-on-Wye. È una piccola cittadina che si sdraia sul confine tra Galles e Inghilterra. Conta circa 1.500 abitanti. Che hanno a disposizione una quarantina di librerie. Insomma, una vera e propria miniera letteraria. Continue reading

La sfida letteraria di Mark Zuckerberg: tutti i titoli

Il tre gennaio era iniziata la sua sfida dell’anno. “A year of books“, la pagina Facebook – e blog letterario virtuale –  creata da Mark Zuckerberg veniva ufficialmente inaugurata. L’obiettivo per il 2015 del fondatore del social network più frequentato al mondo era leggere un libro ogni due settimane, per poi creare una discussione sull’argomento trattato nel volume tra i quasi 600.000 utenti che hanno deciso di mettere like alla sua impresa. Ci è riuscito? Zuckerberg non fallisce mai. Sia gli autori sia i follower si sono messi in gioco con lui. Dopo l’annuncio del libro bisettimanale, segue quasi sempre una sessione 3.0 di Q&A con lo scrittore, che a volte si presta anche a videoconferenze. Continue reading

Libri antichi e Oscar Wilde: una serata nello studio bibliografico ‘Il muro di Tessa’

Un piccolo trafiletto sulla rivista umoristica americana Life descriveva nel 1885 Oscar Wilde come un uomo tutto “hair and cheek”, con una dote innata nel tenere conferenze su arredamento e abbigliamento alla neonata borghesia americana. Il pubblico femminile d’oltreoceano amava lo scrittore – le sue guance paffutelle, ma anche la sua faccia di bronzo – le donne con molti soldi e ancor più tempo libero volevano imparare da lui l’arte dell’estetica e si accalcavano nelle sale dove discorreva di vestiti e mobilio. Nel breve trafiletto sulla rivista umoristica americana Life c’è dell’altro. Secondo il giovane giornalista cui erano probabilmente state affidate le poche righe sul più famoso e intrigante dandy della letteratura, Wilde  “was sent into the world to fulfill a special issue”. Inizia così, con un piccolo aneddoto, il racconto di Angelo, proprietario dello studio bibliografico ‘Il muro di Tessa’, sulla vita e le opere dello scrittore irlandese. Punto di partenza e di arrivo: le tante prime edizioni che conserva nei due locali del suo piccolo ma ricchissimo negozio. Continue reading