La letteratura a impatto zero: i libri che si seminano e diventano alberi

Per fare un albero, ci vuole un seme. Oppure un libro. Dal lato opposto dell’Atlantico, in Argentina, una piccola casa editrice – si chiama non per niente Pequeño Editor – ha deciso che gli amanti della lettura, pur non rinunciando alla loro passione, devono dare qualcosa in cambio alla natura: un nuovo albero. Così nasce il progetto Tree Book Tree in collaborazione con l’agenzia di pubblicità FCB Buenos Aires. Così nasce il libro che si semina.

Interamente biodegradabile, con inchiostri e metodi naturali al 100%. All’interno delle pagine sono incastrati dei semi dello stesso albero utilizzato per creare la cellulosa della carta. Dopo averlo letto, basta sotterrare l’intero libro e dopo qualche tempo spunterà un nuovo germoglio. Alcuni esemplari sono stati esposti nelle principali librerie di Buenos Aires, sistemato in grandi terrai perché il pubblico potesse osservare la crescita della nuova piantina. È una storia per bambini dove il piccolo protagonista racconta con il suo punto di vista semplice e innocente un viaggio attraverso la foresta equatoriale. “Mi Papá estuvo en la selva” era stato scritto qualche anno fa dal famoso illustratore di racconti d’infanzia Gusti. Le immagini erano state pensate dalla sua collega Anne Decis. “Il libro è solo una grande scusa per parlare della distruzione dell’ambiente, della diversità culturale e del rispetto per tutti gli esseri viventi” ha detto l’autore.

"Mi papá estuvo en la selva" esposto in un terraio in una libreria di Buenos Aires

“Mi papá estuvo en la selva” esposto in un terraio in una libreria di Buenos Aires

Il racconto è distribuito in 36 pagine (qui si possono vedere le prime cinque in anteprima) e non è stato pubblicizzato. Per acquistarlo è necessario andare sul sito di Pequeño Editor. Il libro costa 115 dollari, mentre il prezzo aumenta a 210 dollari per il pacchetto completo munito di: volume, due segnalibri pieni di semi e borsa biodegradabile.

In realtà quello di Gusti non è il primo libro che si trasforma in albero. Il suo predecessore si intitolava “We’re getting on” e il suo autore era James Kaelan. Tutto è ecologico, dalla trama – è la storia di cinque persone che decidono di trasferirsi nel deserto del Nevada per vivere a contatto con la natura – alla campagna promozionale, quaranta giorni per 2mila chilometri sulla costa occidentale degli Stati Uniti su un mezzo di trasporto a chilometri zero: la bicicletta. Il progetto si chiamava Zero Emission Book. La prima edizione risale al 2010. Anche Kaelan aveva pensato di inserire semi di alberi nelle pagine fatte di carta riciclata, così da poter piantare il suo libro una volta finito di leggere. La sua storia è stata poi raccontata in un documentario.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s