Letteratura e arte al centro del labirinto più grande del mondo

Non c’è Arianna che vi potrà salvare. Nessun filo da seguire per uscirne. Dall’Eden a ai sentieri dei nidi di ragno di Calvino, passando per il giardino di Jorge Luis Borges. L’inaugurazione del Labirinto della Masone, il più grande del mondo, è vicina: venerdì 29 maggio, 18 euro basteranno ad entrare nel magico giardino segreto creato dall’editore Franco Maria Ricci. Che promette meraviglie.

LABIRINTO-Ricci

400 mila piante di bambù compongono una struttura botanica pentagonale a Fontanellato, in provincia di Parma. Lo spazio di sette ettari è oggi popolato solo da lepri e uccelli. Tra pochi giorni anche i migliaia di visitatori che già hanno prenotato il biglietto. Ma qui non si gioca, si impara. Sarà un grande contenitore di arte e cultura, con mostre temporanee, archivi e collezioni preziosissime. 5mila metri quadrati saranno riservati ai documenti privati di Ricci, compresa la corrispondenza con Calvino, Borges, Barthes. In un corridoio, invece, appenderà tutte le opere che ha raccolto negli anni. Suo nipote, Edoardo Pepino, ha collaborato al progetto e ne è entusiasta: “Questo luogo rappresenta un progetto culturale, un’idea espressa in forma architettonica, come le cittadelle dei principi illuminati del Rinascimento. L’idea di ricerca del bello che ha sempre guidato la vita di Franco Maria Ricci”.

labirinto-ricci

Non poteva mancare l’intero repertorio letterario della casa editrice che Ricci aveva fondato nel 1965: FMR. Quella ancora in funzione, la Ricci Editore, sposterà la sua sede all’interno del labirinto. Nelle stanze vicine è stata allestita una biblioteca che ospiterà 1200 libri stampati da Giambattista Bodoni e 15 mila volumi di storia dell’arte. E poi anche una sala delle feste, la piazza di un borgo, una torre belvedere.

labirinto-masone-ricci

“Sognai per la prima volta di costruire un Labirinto circa venti anni fa” – ricorda l’editore nel suo sito – “nel periodo in cui, a più riprese, ebbi ospite, nella mia casa di campagna vicino a Parma, un amico, oltreché collaboratore importantissimo della casa editrice che avevo fondato: lo scrittore argentino Jorge Luis Borges”. Il sogno si avvererà in pochi giorni. La nascita della grande struttura verrà festeggiata con una mostra dedicata agli artisti Antonio Ligabue e Pietro Ghizzardi, curata da Vittorio Sgarbi. “Penso al Labirinto di Bambù soprattutto come a un lascito – a un modo di restituire, a un lembo di Pianura Padana che comprende Parma, il suo contado e le città vicine, una parte almeno del molto che mi ha dato,” racconta Ricci.

001_LabirintoAeree_Finale1000-620x620_c

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s