Pilsen e Mons, le capitali europee della cultura 2015

Unione Europea significa integrazione. Spesso si parla si quella economica. Troppo raramente di quella culturale. Una delle mosse più decise per spronare alla conoscenza delle diversità e peculiarità culturali dei nostri vicini di casa europei, è la “capitale europea della cultura”. Dal 1985 ogni anno una città ha indossato la corona del folklore continentale. Dal 2011 si è passati alla duarchia: lo scettro culturale viene affidato a due comuni. La scelta è molto attenta: si ricercano cittadinanze attive, un programma di valorizzazione molto concentrato e ricche caratteristiche intrinseche.

Si è partiti dall’origine. Nel 1985 ci si è affidati alla culla della democrazia e del patrimonio artistico europeo: Atene è stata la prima capitale della cultura. L’anno dopo, seguendo la storia delle conquiste, la giuria si è diretta in Italia. A Firenze. E quest’anno? Pilsen, in Repubblica Ceca e Mons, in Belgio. Nel 2016 toccherà alla spagnola Donostia-San Sebastiàn e alla cipriota Paphos. In Italia si tornerà solo nel 2019, con Matera e i suoi famosissimi sassi.

logo-plzen-2015Pilsen. 90 chil0metri a ovest di Praga, Pilsen è una delle località da non perdere durante una visita nella Repubblica Ceca. Perché? Per la birra, naturalmente! Pils, Pilsner, Pilsen. Ogni etichetta che porta uno di questi nomi, deve la sua fortuna a questa piccola cittadina. Creata nel 1842, e ancora oggi una delle più amate, è una birra chiara e dissetante. Da non perdere innanzitutto il tour nel birrificio Pilsen Urquell dove sarà possibile osservare le tecniche di produzione e le antiche cantine; il percorso non può che concludersi con una degustazione della birra non pastorizzata prelevata direttamente dalle botti.

Il birrificio Pilsen Urquell

Il birrificio Pilsen Urquell

Il centro di Pilsen è Piazza della Repubblica. Qui sarà posizionato anche il cuore delle celebrazioni culturali del 2015. Tutte le informazioni e tutti gli appuntamenti allo Small Pilsen Paradise. Gli eventi verteranno su tre temi: il patrimonio industriale, l’arte del paesaggio e i monumenti barocchi. Da autunno 2014 la cultura è atterrata a Pilsen con la Manège Carré Senart, una giostra con marionette gigantesche costruita dall’artista François Delarozière. Il circo sarà il vero protagonista di questa capitale europea per tutto l’anno. Ogni quartiere ospiterà una compagnia per spettacoli a ogni ora del giorno. Per i bambini si è pensato di unire la tradizione e la modernità: il museo della marionetta aprirà i battenti con spettacoli prestati dal folklore ceco; il museo della scienza invece, allestirà tanti giochi interattivi. Ecco l’elenco degli appuntamenti più originali:
– Marzo: la fabbrica culturale nell’ex birrificio Svētovar
– Maggio: il 70° anniversario della liberazione. Ospiti d’eccezione, la band Lynyrd Skynyrd
– Estate: festival multi-genere “Strada viva” e le nove settimane di barocco.

Il centro di Pilsen

Il centro di Pilsen

mons15Mons. Cittadina medievale della Vallonia, si trova a 70 chilometri da Bruxelles. Deve la sua celebrità alla casa di Van Gogh, appena fuori dalle sue mura. Ed infatti il grande pittore sarà uno dei grandi protagonisti del regno della cultura 2015, con una mostra al museo delle belle arti. I 300 eventi e le 1000 attività culturali previste saranno divise in quattro “stagioni”: éblouissement, le grand déballage, l’été enflammé e le renaissance. Le radici della città affondano nel carbone. Qui infatti è possibile visitare antiche miniere e il sito minerario di Grand-Hornu.

La città di Mons

La città di Mons

Mons sta cambiando forma per presentarsi al meglio come capitale della cultura: il genio degli architetti Libeskind e Calatrava si è messo al lavoro per costruire una nuova “creative valley”, con nuovi musei, un centro congressi e una stazione. Ma l’evento da non perdere è un altro. Il 31 maggio. Si chiama Doudou ed è una festa popolare medievale già riconosciuta dall’Unesco come patrimonio dell’umanità. Al centro, un folcloristico San Giorgio che combatte e sconfigge un gigantesco drago.

La festa popolare Doudou

La festa popolare Doudou

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s