A Buenos Aires un carro armato pieno di libri per combattere l’ignoranza 

La guerra contro l’ignoranza é iniziata. Perlomeno a Buenos Aires. Nella mattina del 5 marzo gli abitanti della capitale Argentina si sono ritrovati improvvisamente sotto assedio. Un carro armato girava per i viali e niente sembrava potergli impedire di portare a termine la sua missione. carro-armato-libri1-570x300 Non c’è da spaventarsi. Gli argentini l’hanno capito subito. La macchina da guerra era infatti caricata di 900 libri in copertina rigida, le sue munizioni. La sua missione è quella di portare cultura negli angoli più remoti del suo paese, ancora in preda all’ignoranza. Si chiama Arma de Instrucciòn Masiva (ADM) l’ultima creazione del designer Raúl Lemesoff, e in poco tempo é diventato un caso mondiale. carro-armato-libri2 La battaglia è iniziata in una data importante, per lo meno per il mondo intellettuale anglosassone. Il 5 marzo si è celebrato in Gran Bretagna e Irlanda, la giornata mondiale del libro. Il messaggio è chiaro: non si deve trattare di una commemorazione, del ricordo per qualcosa che fatica a rimanere attuale in un contesto permeato sempre più da telematica e social. Il libro è vivo, si è persino arrampicato su un carro armato ed è pronto combattere perché l’ignoranza non vinca. carro-armato-libri7 L’artista ha chiesto aiuto alla 7Up nel merito della campagna #FeelsGoodToBeYou per creare un oggetto che potesse riportare l’attenzione sull’importanza della diffusione della cultura. Lemesoff possedeva da tempo una vecchia Ford Falcon verde del 1979, un tipo di autovettura che gli argentini non possono dimenticare. Durante la dittatura militare, era simbolo di sparizioni e ingiusti sequestri. Dopo un passato di crimini e assassinii, la macchina, grazie all’esperta mano di Lemesoff, è stata trasformata in un carro armato, aggiungendo una camera superiore rotante e un finto cannone. I lati dell’apparecchio mobile sono stati poi dotati di vani utili ad ospitare il numero più alto possibile di libri. Da portare in giro per strada cementate e sterrate. Da regalare a chi è ancora troppo lontano dalla letteratura per poterne apprezzare l’utilità, intellettuale e pratica. È un messaggio di protesta quello dell’artista, un immagine visiva forte per poter scuotere il mondo, sempre più indifferente alla potenza della cultura. Per poter oltrepassare le barriere dell’arte raggiungendo uno scopo più alto, pedagogico e di speranza per il futuro della letteratura.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s