Cala il numero di lettori in Italia, ma i giovani danno speranza

Poco meno della metà della popolazione italiana (il 41,4%) dichiara di leggere almeno un libro all’anno. Sono sempre più sconcertanti le statistiche sui lettori. Ogni anno, sembra che l’industria dell’editoria sia destinata a perdere un pezzetto. Ogni anno diminuisce sempre più il numero di quelli che considerano fondamentale avere un libro sul proprio comodino. Nello specifico, 820 mila persone sono uscite dal mondo della lettura nell’ultimo anno.

Le donne battono gli uomini anche nel 2014. Da sempre il gentil sesso è quello più affezionato alle pagine scritte. Il nord Italia legge più del Sud. Altro dato in continuità col passato. C’è un risultato nelle statistiche pubblicate dall’Istat, però, che dà speranza al mondo editoriale e agli scrittori in erba. La fascia d’età più affezionata a tomi e volumi non è, come ci si aspetta, quella degli anziani. Seduti in poltrona, con tanto tempo libero dopo la meritata pensione, è quasi d’obbligo visionarli con un bel libro in mano. Sono invece gli occhi dei giovani, dagli 11 ai 19 anni, quelli che stanno più incollati alle pagine stampate. Conseguenza: il mercato della letteratura per ragazzi è uno dei pochi in aumento.

Fonti: Instat e Nielsen

Fonti: Instat e Nielsen

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s