Da Eataly un concorso letterario enogastronomico

titolo-concorso10mila battute per premi a chilometri zero. Eataly, il marchio italiano che ha fatto la sua fortuna sui prodotti naturali di alta qualità, lancia il suo primo concorso letterario. I racconti dovranno essere presentati entro il 31 maggio: si richiede che siano inediti e che contengano al massimo 10mila lettere e spazi. Il tema? Libero. Unica restrizione: dovrà essere ambientato in uno dei negozi Eataly. L’aspirante scrittore potrà scegliere tra i punti vendita italiani – Milano, Bologna, Pinerolo, Roma, Bari, Genova, Piacenza, Firenze, Monticello d’Alba – o internazionali – New York, Dubai, Istanbul, Chicago, Tokio, Yokohama, Osaka.

Il primo negozio Eataly, inaugurato a Torino nel 2007

Il primo negozio Eataly, inaugurato a Torino nel 2007

Per iscriversi al concorso basta compilare la procedura online che si trova sul sito di Eataly, e caricare il file con il proprio racconto. La catena di supermercati fondata da Oscar Farinetti ha chiesto la collaborazione di un’importante istituto torinese di arte e scrittura creativa, la scuola Holden. Tutti i racconti verranno esaminati dagli ideatori del concorso, Michele Ruschioni e Mary Tagliazucchi, che selezioneranno i 40 finalisti. Una giura, composta da studenti della scuola Holden, deciderà poi chi saranno i tre narratori a salire sul podio e a meritarsi i ricchi premi messi in palio.

Al vincitore del bando spetta un buono da mille euro spendibile in tutti i punti vendita di Eataly. Per chi si meriterà il secondo posto, è stato invece preparato un buono della scuola Holden di 500 euro. Ultimo premio per il terzo classificato: una carta regalo di 200 euro per lo store online di Eataly (da usare entro la fine del 2015). Tutti i quaranta finalisti vedranno pubblicato il proprio racconto in una raccolta che l’azienda di alimentari biologici distribuirà in tutti i tuoi negozi.

La sede milanese di Eataly, all'interno di quello che una volta era il teatro Smeraldo

La sede milanese di Eataly, all’interno di quello che una volta era il teatro Smeraldo

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s