#christmasinbook, l’hashtag di Libreriamo per un natale da @booklovers

wbresize.aspxFacebook, twitter e instagram: il sito Libreriamo (pagina facebook) ha lanciato il primo dicembre una campagna promozionale al grido di “christmas in book” ispirandosi alla canzone natalizia “Christmas in love” di Renee Olstead. L’obiettivo è la sensibilizzazione del popolo dei social network sulla crisi delle vendite dell’editoria. Il periodo natalizio è da sempre il più fruttifero per il settore, visti i tanti libri comprati per essere impacchettati e lasciati sotto l’albero di natale, e Libreriamo ha pensato di creare un hashtag per ricordare a tutti la possibilità di donare ad amici e parenti qualcosa di utile – un romanzo, un saggio o una biografia.

Anche in questo ultima parte dell’anno, i dati relativi alla lettura e ai libri in Italia fanno registrare il segno meno” ha detto Saro Trovato, sociologo e fondatore di Libreriamo, “Per sensibilizzare alla lettura, abbiamo pensato di sfruttare la viralità di Facebook, Twitter e dei più diffusi social per cercare di coinvolgere ed avvicinare sempre più persone alla lettura, attraverso una campagna condivisa che punta a coinvolgere la gente in modo semplice e divertente. La campagna nasce per un fine sociale molto importante: promuovere la lettura e i libri, facendo scoprire a sempre più persone il piacere di leggere, soprattutto durante il Natale, periodo fondamentale per le case editrici, nel corso del quale si concentrano gli incassi degli ultimi 3-4 mesi dell’anno”.

Una delle foto postate su twitter per #christmasinbook da @biblioterapeuta

Una delle foto postate su twitter per #christmasinbook da @biblioterapeuta

Tutti possono partecipare alla campagna letteraria e diventare booklovers: basta scattare una foto che abbia come soggetto il natale e qualcosa che richiami l’ambiente letterario, oppure cercarla sul web, e creare poi un post su twitter, facebook o instagram con l’hashtag #cristmasinbook. Il sito, alla fine delle vacanze natalizie, creerà un “book fotografico” con tutte le immagine che avrà raccolto.

Schermata 12-2456998 alle 20.08.29

Schermata 12-2456998 alle 20.08.42

Schermata 12-2456998 alle 20.09.11

Schermata 12-2456998 alle 20.09.26

Schermata 12-2456998 alle 20.09.35

Gli italiani comprano sempre meno libri: nel 2013 solo il 43% ne legge almeno uno in un anno, tre punti percentuali in meno del 2012. La letteratura per ragazzi è l’unica in lieve crescita, come ricorda il presidente dell’associazione italiana editori, Marco Polillo: “Il settore dei libri per bambini e per ragazzi chiude il 2013 in positivo, e raggiunge un peso sempre maggiore sul totale delle vendite. E’ estremamente significativo che questo particolare mercato sia in controtendenza rispetto a quello generale. La disaffezione nei confronti del libro sembrerebbe più da parte dei genitori.
In generale questo business ha perso il 13,8% in due anni. Continua Polillo: “Il mercato del libro scende a quota 3,1miliardi. La cifra diventa poi 2,86 miliardi di euro se non si considera nel totale il mercato dell’usato e i prodotti che le librerie vendono ma che sono definiti non-book, come ad esempio la cartoleria.”

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s